Imodium

Imodium appartiene alla famiglia dei farmaci antidiarroici. È indicato per il trattamento di piccoli attacchi di diarrea, per il trattamento di diarrea cronica e per ridurre la quantità di feci prodotte.

Descrizione Del Prodotto:

Informazioni generali
Imodium appartiene alla famiglia dei farmaci antidiarroici. È indicato per il trattamento di piccoli attacchi di diarrea che non sono causati da un'infezione batterica. È anche usato per il trattamento di diarrea cronica causata da malattia infiammatoria intestinale (ad esempio, morbo di Crohn) e per ridurre la quantità di feci prodotte per le persone che hanno ileostomie, colostomie o è stato loro rimosso parte dell’intestino. Agisce rallentando il movimento dell'intestino; questo diminuisce il numero di movimenti intestinali e rende le feci meno acquose.
Indicazioni
È importante usare questo farmaco esattamente come prescritto dal medico. Per adulti e bambini di 12 anni di età che hanno diarrea acuta o cronica, la dose raccomandata è di 4 mg, seguita da una dose di 2 mg dopo ogni movimento intestinale (o attacco di diarrea). Non superare i 16 mg al giorno. Per i bambini dai 6 ai 12 anni la dose raccomandata è di 2 mg 3 volte al giorno. Interrompere l'uso del medicinale se si presentano feci solide o dure o se per 24 ore non si avverte nessun movimento intestinale.
Precauzioni
Prima di assumere Imodium, informare il medico se si è allergici al loperamide o se si soffre di altre allergie, dolori di stomaco e addominali per stitichezza e ostruzione intestinale. Loperamide non deve essere utilizzato per più di 2 giorni. Verificare con il proprio medico se la diarrea non si ferma dopo due giorni o se si sviluppa la febbre. Le persone anziane con diarrea devono ricevere una sufficiente quantità di liquidi per rimpiazzare il liquido perso dal corpo.
Controindicazioni
Il farmaco non deve essere somministrato ai bambini al di sotto di 6 anni soprattutto se sono allergici al loperamide o a qualsiasi ingrediente del farmaco. Informare il medico in caso di gravidanza o allattamento.
Possibili effetti collaterali
Rivolgersi immediatamente al proprio medico se si presenta uno dei seguenti effetti: gonfiore, eruzioni cutanee, mal di stomaco, perdita di appetito, vertigini, secchezza della bocca, nausea o vomito, espulsione di gas, stanchezza e problemi di respirazione.
Interazioni farmacologiche
Informare il medico o il farmacista se si stanno assumendo uno dei seguenti farmaci: barbiturici, fenotiazine, ritonavir, benzodiazepine, chinidina e gli antidepressivi triciclici. Quando avviene un’interazione tra due farmaci non sempre significa che si deve smettere di assumere uno dei due. Informare il medico su tutti i tipi di prescrizione, sui farmaci da banco e i farmaci a base di erbe che si stanno assumendo.
Dose mancata
Assumere la dose dimenticata non appena possibile. Se è quasi ora della dose successiva basta non assumerla e tornare ad assumere il farmaco come previsto. Non prendere una dose extra del medicinale per compensare la dose dimenticata.
Overdose
Se si pensare di avere assunto un sovradosaggio del farmaco cercare immediatamente assistenza medica. I sintomi di sovradosaggio possono essere: minzione difficile, rallentamento della respirazione e sonno profondo.
Conservazione
Conservare il farmaco a temperatura ambiente tra i 15-25 °C (59-77 gradi F) lontano dalla luce e dall'umidità. Conservare tutti i farmaci lontano dalla portata dei bambini e da animali domestici.
Nota
Le informazioni contenute nel sito sono di carattere generale. Queste informazioni non possono essere utilizzate per l'auto-trattamento e l’autodiagnosi. Si consiglia di consultare il medico o il consulente sanitario per quanto riguarda eventuali istruzioni specifiche della vostra condizione. Le informazioni sono attendibili, ma riconosciamo che potrebbe contenere errori. Noi non siamo responsabili per qualsiasi danno diretto, indiretto, speciale o altro, causati da un uso di tali informazioni sul sito e anche per le conseguenze di auto-trattamento.